Luglio 2015

Va precisato che la normativa sulla certificazione prevede l’obbligo di rilasciare certificati di malattia in conformità a quanto desunto da visita medica e secondo le regole della buona pratica clinica.

Pesanti sanzioni sono previste dalla legge in caso di comportamenti difformi, oltre che a rappresentare un illecito deontologico. Non è quindi in alcun modo consentito rilasciare certificazioni a pazienti non presenti di persona, ad esempio su richiesta di un parente o su richiesta telefonica.

E’ falso ideologico certificare un dato che non si è costatato di persona; è omissione di atti d’ufficio non rilasciare, al termine della prestazione medica, il certificato di malattia a chi ne ha diritto.

Si richiama inoltre l'Art. 24 del Codice Deontologico: il medico è tenuto a rilasciare alla persona assistita certificazioni relative allo stato di salute che attestino in modo puntuale e diligente i dati anamnestici raccolti e/o rilievi clinici direttamente constatati od oggettivamente documentati.

 

Documenti da scaricare:

Notizie per gli iscritti

Immagine introduttiva dell'articolo

Comunicato stampa FROMCeO relativo alle assurde dichiarazioni dell’Assessore Moratti

Si trasmette il comunicato stampa della Federazione Regionale dell’Ordine dei Medici della Lombardia relativo alle dichiarazioni dell’Assessore Moratti apparse sugli organi di stampa.

Immagine introduttiva dell'articolo

Comunicato Stampa FROMCeO: La “questione medica”, un tema che non riguarda solo i professionisti, ma tutti i cittadini

Si trasmette il comunicato stampa della Federazione Regionale dell’Ordine dei Medici della Lombardia sulla "questione medica".

Immagine introduttiva dell'articolo

Esenzione dalla vaccinazione anti COVID-19

Dal 7 febbraio 2022, la certificazione di esenzione dalla vaccinazione anti COVID-19 viene rilasciata esclusivamente in formato digitale in modo da permettere la verifica attraverso la scansione del QR code e con gli altri sistemi di verifica automatizzati.

Dove siamo